La Proprietà Industriale (P.I.)

I diritti di proprietà intellettuale costituiscono per tutte le tipologie di imprese un importante asset aziendale da coltivare e tutelare, in quanto il valore delle aziende, oggi, è prevalentemente rappresentato da beni intangibili come il marchio, i brevetti. Oggi invece assistiamo nel mondo imprenditoriale ad una maggiore consapevolezza della funzione strategica della proprietà industriale e del fatto che essa possa ricoprire non soltanto un ruolo esclusivamente difensivo del know-how delle imprese, ma anche un ruolo di supporto alla competitività delle stesse.

In Italia, nell’ultimo decennio, sono stati predisposti e attivati strumenti avanzati per la protezione della proprietà industriale:

- nel 2003 sono state istituite le Sezioni Specializzate in materia di proprietà intellettuale presso i Tribunali delle più importanti città italiane, ovvero Bari, Bologna, Catania, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Torino, Trieste e Venezia;

- nel 2005 è entrato in vigore il “Codice della Proprietà Industriale” (Decreto Legislativo 10 febbraio 2005, n. 30) a cui hanno fatto seguito, l’anno successivo, le modifiche introdotte alla Legge sul Diritto d'Autore e allo stesso Codice della Proprietà Industriale a motivo del recepimento della Direttiva 2004/48/CE (la cosiddetta Direttiva enforcement);

- nel 2007 è stato costituito l' "Alto Commissario per la Lotta alla Contraffazione”, primo tentativo di coordinamento strategico delle entità operanti nella tutela della PI dal 2009, per effetto del DPR 28 novembre 2008, n. 197, è operativa la Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione – Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM), inquadrata nel Dipartimento per l'impresa e l’internazionalizzazione del Ministero dello Sviluppo Economico, per valorizzare e tutelare la proprietà industriale e al tempo stesso sostenere la lotta alla contraffazione, supportando l’innovazione e la competitività delle imprese

- nel 2009 è stato istituito il Consiglio Nazionale Anticontraffazione (legge 23 luglio 2009, n. 99), formalmente insediato

nel dicembre del 2010

- nel 2010 è stato pubblicato il Regolamento di attuazione del Codice della Proprietà Industriale (Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico 13 gennaio 2010, n. 33).

 
   
corso A. Tassoni n. 30 - 10143 Torino
Telefono/fax +39.011.4732098  e-mail studiolegale@gambinomayola.it
Partita IVA 11040050012 Polizza professionale n. 163.014.0000902408
SKYPE gambino.mayola
  Site Map